L’importanza della ludoterapia nei reparti pediatrici

Share Button

La onlus Sale in Zucca ci racconta come mai le attività di ludoterapia nei reparti pediatrici degli ospedali sono molto importanti per i bimbi. Sostieni questa associazione offrendole 1 caffè, clicca qui!

Tutti i bambini che entrano in ospedale vivono un’esperienza emotivamente complessa e critica data dalla malattia e dall’allontanamento dalla famiglia, da casa, dalla scuola, in sintesi dal quotidiano. Il contesto ospedaliero, in quanto ambiente estraneo in cui vigono ritmi e regole speciali (con le limitazioni di movimento connesse) e dove le pratiche mediche ed infermieristiche sono in primo piano, mette in crisi il delicato equilibrio legato al processo di crescita del bambino.

sale in zucca 5
In particolare, il contesto dei reparti emato-oncologici risulta essere caratterizzato da regole mediche, infermieristiche ancora più rigide di altri reparti pediatrici; regole necessarie per l’espletamento delle pratiche mediche e per arginare i rischi dell’immunodepressione cui vengono sottoposti i bambini durante le cure. Il bambino che vive l’esperienza dell’ospedalizzazione è quindi un soggetto a rischio che ha bisogno di essere sostenuto a 360°. Da qui deriva la necessità di un approccio globale in cui vengono presi in considerazione sia gli aspetti fisici della malattia sia quelli emotivi, psicologici e relazionali.

In questo contesto la proposta ludica, può diventare uno strumento di prevenzione del disagio psicologico dando al bambino strumenti per aumentare i fattori di resilienza. Il gioco in ospedale è un vero e proprio strumento di cura nel senso più ampio del termine. Il gioco consente ai bambini di distogliere l’attenzione dal luogo in cui si trovano e di andare con la mente ad altro. Il gioco di gruppo, poi, li rende tutti uguali e tutti di nuovo bambini e con ciò permette alle emozioni di assumere forme e valenze più lievi. Vogliamo che i bambini tornino, pur attraverso i propri limiti, alla dimensione del gioco ed alle emozioni pure. Vogliamo interagire con i bambini ed i ragazzi aiutandoli a trascorrere il periodo della degenza in maniera serena e consapevole allo stesso tempo.

La nostra ludoterapia si svolge nel pieno rispetto della distinzione dei ruoli con le altre figure ospedaliere; i nostri operatori, ludoterapisti e musicoterapeuti, sono tutti formati secondo i dettami clinici della nostra associazione e sono persone dotate di grande esperienza formate sia nelle tecniche di intervento sia negli aspetti psicologici ed educativi del gioco; sono in grado di giocare con i bambini e con tutte le emozioni e i temi che i piccoli degenti hanno bisogno di esprimere, la paura, il dolore, l’attesa, l’imprevisto, mettendo in primo piano i bisogni espressivi dei piccoli degenti senza rinunciare al divertimento. Questo modus operandi permette al ludoterapista di creare un clima in cui le emozioni possono essere elaborate.

Indirettamente, l’intervento ludoterapico facilita la relazione bambino e genitori. I genitori provati dalla malattia e dall’ospedalizzazione del proprio figlio devono essere aiutati a giocare liberamente con il loro bambino. Nelle sale giochi o nella stanza di degenza il genitore può assistere e partecipare al gioco riscoprendo il proprio figlio al di là della malattia.

Sale in Zucca Onlus
Sostieni questa associazione, offri subito 1 caffè, clicca qui!